Sabiana scalda Prada

La nuova sede milanese della Fondazione Prada è stata progettata dallo studio di architettura Oma, guidato da Rem Koolhaas. E' caratterizzata da una configurazione architettonica che combina edifici preesistenti a tre nuove costruzioni ed è il risultato della trasformazione di una distilleria risalente agli anni dieci del Novecento che si trova in largo Isarco, nella zona sud della città. Il complesso si sviluppa su una superficie di quasi 20mila metri quadrati, 11mila dei quali saranno utilizzati per le attività espositive. Il nuovo centro ha anche due spazi nati da collaborazioni speciali: un’area didattica dedicata ai bambini e sviluppata con gli studenti dell'École Nationale Supérieure d'Architecture de Versailles e un bar ideato dal regista Wes Anderson, che ricrea l’atmosfera dei tipici caffè di Milano. Uno spazio straordinario, per il quale la celebre maison ha voluto il meglio. Non a caso, per gli apparecchi di climatizzazione la scelta è caduta su Sabiana, che ha soddisfatto le esigenze della Fondazione, fornendo 8 UTA  e 120 fan-coils.